Offerte

Seguendo la strada che da Montaione arriva a Gambassi per circa un chilometro si incontra un reperto storico che attira la curiosità di molti visitatori: La Cisterna Romana.

Scoperta negli anni ’60 e restaurata nel ’69-’70 sembra risalire al II secolo d.C.

Si pensa che, in collegamento alla cisterna, ci dovesse essere una villa o una serie di edifici situati più a valle, tra cui uno stabilimento termale. Questo perché ha una capacità di oltre 200.000 litri di acqua e sicuramente doveva rifornire un abitato di grandi dimensioni.

Le acque trasportate dalla Cisterna probabilmente provenivano da più sorgenti presenti nella zona; la struttura è lunga 27 metri e larga 3, suddivisa in tre vasche e nella maggior parte interrata.

Venne costruita con la tecnica dell’opus caementicium, cioè del muro a secco.

Un luogo sicuramente affascinante da visitare!